di Luciano Fiorani

Anche qualche amico ha osservato che, con l’ex sindaco e ora assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao, siamo un po’ troppo severi. Però abbiamo sempre detto che quando il fine politico avesse fatto scelte convincenti, non avremmo avuto nessuna difficoltà a rendergliene atto. Presentandosi l’occasione eccoci a confermare quanto annunciato.

Domenica prossima cambiano gli orari ferroviari e, come promesso dal neo assessore, ci saranno novità. Parte finalmente in Toscana l’alta velocità regionale. Per ora interesserà solo due linee: Pisa-Firenze e Chiusi-Firenze. Ci siamo anche noi! E Ceccobao, gli va riconosciuto, mantiene le promesse fatte questa estate ad un dibattito alla Festa de L’Unità. Per andare da Chiusi a Firenze avremo a disposizione un nuovo tipo di treno, denominato “Regionale Veloce”.

Di che si tratta? Sono i vecchi cadenzati, poi rinominati diretti, interregionali e successivamente regionali che ora cambiano ancora nome. Il materiale sarà lo stesso e i tempi di percorrenza e le fermate, pure. Dov’è la novità vi chiederete. Intanto nel nome, volete mettere andare a Firenze con un banale regionale quando da lunedì si potrà utilizzare il nuovo Regionale Veloce per raggiungere il capoluogo? E poi guardando alla sostanza, non c’è che da stare contenti perchè se tempi (con alcuni treni si guadagna e con uno si perde, solo qualche minuto) e materiali saranno gli stessi dalla Regione ci assicurano che L’Alta velocità regionale, che partirà lunedì prossimo sulle linee Firenze-Pisa e Firenze-Arezzo-Chiusi, non provocherà nessun danno ai pendolari toscani”.

 Avete capito? Non subiremo danni con l’alta velocità regionale e quindi stiamo contenti, che si vuole di più? Ancora, per essere più precisi, sempre dalla Regione ci fanno sapere che “I cambiamenti introdotti a partire dal 14 dicembre (ma non era il 13?) riguarderanno soltanto l’orario mentre servizi, tempi di percorrenza e tariffe dei treni ad alta frequentazione pendolare resteranno gli stessi di adesso”. Insomma non si pagherà nemmeno di più per il “nuovo” servizio! Non resta che dire che Ceccobao è stato di parola, ha introdotto l’alta velocità regionale sulla Chiusi-Firenze senza farci subire danni e senza aumento del biglietto.

Siamo sicuri che ci saranno i soliti disfattisti che diranno che non è cambiato nulla e che limitarsi a ribattezzare i treni è un’operazione ridicola, ma noi non saremo tra questi.